Scuola di Didattica dell’arte

Biennio di Comunicazione e didattica dell’arte

Chi intenda interessarsi compiutamente dell’arte contemporanea, godendone tutte le sollecitazioni d’esperienza anziché accontentarsi del mantenimento di una distanza storica, deve di necessità armarsi di due strumenti operativi, che rispondano l’uno alla dimensione storiografica, l’altra a quella di un interesse specificatamente critico.

Enrico Crispolti, Come Studiare l’arte contemporanea, 1997

Il diploma di II livello in Comunicazione e didattica dell’arte si prefigge di incrementare le conoscenze e competenze già maturate nel triennio di primo livello con l’obiettivo di acquisire una visione culturale più ampia e completa, fondata in ordine ad una capacità progettuale in contesti esposti a continui cambiamenti socio-culturali. Tale progettazione si focalizza sulle strategie di comunicazione del prodotto arte, instradando il pubblico a cogliere appieno la densa valenza simbolica e il complesso portato critico

Ciò ampliando da un lato la conoscenza del complesso mondo museale a livello locale finalizzato alla valorizzazione delle specifiche identità culturali e acquisendo dall’altro il metodo di lavoro per muoversi sul piano internazionale all’interno del “sistema dell’arte” (gallerie, aste, collezioni private, fondazioni).

I diplomati, svolgeranno attività professionali nei diversi ambiti del settore del patrimonio culturale e dell’istruzione artistica. I futuri operatori museali avranno una formazione rivolta, in particolar modo, all’aspetto comunicativo, alla curatela e all’allestimento di manifestazioni artistiche.
Avranno un ruolo fondamentale anche nella formazione didattica e pedagogica, in ambito artistico e scolastico.

Primo anno

Ambito

Cod.

Disciplina

CFA

Tip.

ore

Caratterizzanti

Affini e ulteriori

Secondo anno

Ambito

Cod.

Disciplina

CFA

Tip.

ore

Base

Caratterizzanti

Affini e ulteriori

  • ABVPA61

    10

    T/P

    125

  • Workshop e tirocini

    4

Legenda Cod. codice disciplinare, CFA crediti formativi accademici, T/P teorico pratica, T teorica, L laboratoriale.